ADSL NGI e cavo TeleCOM Italia/2

E’ finita! Niente pali, niente cavo Telecom… motivo? Ufficialmente “per saturazione dei numeri telecom”… ufficiosamente perchè non avevano voglia!

Dimenticavo… Telecom Italia è così efficiente perchè è una azienda privata. Proprio vero… quando i politici parlano di liberalizzazioni e privatizzazioni come soluzione dei (loro) problemi!!!

E adesso… aspettiamo il rimborso.

Annunci

Il problema è… come destinare il TFR???

Siamo proprio sicuri che il problema da risolvere sia come destinare il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) oppure il problema è perchè ci aumentano l’età pensionabile e contemporaneamente ci abbassano la pensione?

Faccio due ipotesi semplici e a mio giudizio, eque:

A) mi abbassano la rendita della pensione senza però alzare l’età pensionabile: vado in pensione a 55 anni e percepisco di meno (visto che vivo di più… si spera).

oppure

B) mi alzano l’età pensionabile senza toccare la pensione: quindi vado in pensione a 65 anni ma percepisco una pensione normale (visto che la godo di meno… ma si spera il contrario).

Però la soluzione proposta dal governo (o meglio da tutti i governi degli ultimi 10 anni) non è più equa:

– In sintesi, mi abbassano la rendita della pensione, mi alzano l’età pensionabile e mi danno un problema da risolvere su come destinare il 50% del mio TFR (per distrarmi, aggiungo io).

A questo punto mi chiedo: Ma se loro si alzano gli stipendi quando vogliono e senza contrattazione, se loro dopo 2 legislature hanno già diritto alla rendita pensionistica… come possono fare i miei interessi?

Il cittadino e i politici sono su due pianeti diversi!

Se poi aggiungo che le ultime elezioni ho votato il simbolo di una coalizione e non il candidato che avrei voluto mi chiedo quanto e (soppratutto quale) potere rappresentativo hanno queste persone (indistintamente di tutte e due le coalizioni)?

Insomma, le idee confuse non sono su come destinare il mio TRF ma su come protestare per la presa per il c..o!

fai-da-te: reciclare l’acqua con il Vetiver

L’acqua è un bisogno primario per l’uomo e per tutta la natura… Quanti di noi si sono trovati nella situazione di rimanere senz’acqua per 1 ora? E per un giorno intero? Quanti pensieri e preoccupazioni in quei momenti di “siccità”… una considerazione rimane su tutte: la rabbia e la frustrazione di non poter far nulla! Vero?

In Sardegna c’è un’uomo che ha un’idea straordinaria… utilizzare la natura per reciclare l’acqua (e non solo l’acqua).

Bene il messaggio deve passare di bocca in bocca: adottiamo un Vetiver nel nostro giardino… l’acqua è un bene di tutti e il suo reciclo è una delle componenti fondamentali della nostra liberta!