Seme di Pesca… speriamo in un buon Pesco :-)

PescheDicono che i frutti di un Pesco nato da un seme (senza comprare una pianta innestata) sono buoni. Quindi mi sto organizzando… ora conservo i semi dellei pesche più saporite.

A Settembre semino in un vaso e vediamo cosa esce fuori.

Annunci

5 thoughts on “Seme di Pesca… speriamo in un buon Pesco :-)

  1. Io li trovi nati di primavera, nel orto, dov’erano stati sputacchiati magari. Sono buoni sempre, ognitanto anche ottimi di grandezza, ma spesso no. E maturano tardi. Quindi si possono sempre innestare, e già dopo due anni danno bei raccolti. Dare la rame al legno di febbraio è d’obbligo, almeno in Toscana.

  2. Un buon investimento per il nostro comitato autonomo?

    Se sapete autoprodurvi il Motore di Schietti, sicuramente il Motore di Schietti.

    Altrimenti BIOMASSA

    Per bordi strada asfaltate o in sterrato, per linee di confine di campi di mais, per terreni aziendali incolti, bordi ferrovie, linee perimetrali di aziende, ville ed edifici pubblici… la biomassa è un ottimo investimento

    Ti faccio un esempio, una strada provinciale lunga 12 km, con una pianta ogni metro, fa 12mila piante da una parte e 12mila dall’altra, 24mila piante che dopo 6-7 anni sono pronte, sono almeno 5-6 milioni di euro di utile

    Una villa con giardino e perimetro di 500 metri, sono 500 piante, vuol dire almeno 100 mila euro di utile dopo 6-7 anni

    Un striscia di campo incolto a bordo ferrovia con dentro 3000 piante sono 300-400 mila euro di utile

    Se le fai una ogni metro, dopo 6-7 anni ne tagli una ogni due e ne ripianti una. Poi dopo altri 2-3 anni tagli anche l’altra e ne ripianti una. Dipende dalle piante

    Certamente è 100 volte più redditizio che investire in pannelli solari e dal punto di vista ambientale 100 volte più utile

    Con la biomassa puoi fare concimi naturali, mobili, carta, fibre vegetali, legna da ardere, frutti(castagne, ciliege, noci…) segatura, giochi per giardinetti d’infanzia, pali, bancali, ed anche case e pavimenti… qualsiasi cosa

    Se non sapete autocostruirvi il Motore di Schietti è certamente il business più redditizio, più facile, meno dispendioso di tempo ed energie e più utile dal punto di vista ambientale

    Se dovete investire i soldi del vostro comitato autonomo è l’ideale. Anche se avete un’associazione di solidarietà e volete decuplicare il ricavato delle vostre raccolte fondi

    Oppure anche per sindaci intelligenti che vogliono aumentare gli introiti comunali da destinare in opere di pubblica utilità e solidarietà internazionale

    Se la Regione lombardia su tutte le strade provinciali mettesse alberi da biomassa… milioni da destinare ai poveri…

    I più ricchi del mondo, le multinazionali con maggiore attivi, sono tutte nel giro dell’energia.

    Attenzione però, se non sapete come fare per passare al moto peerpetuo

    (BIOMASSA, EOLICO, GEOTERMIA, MAGNETISMO E FORZA DI GRAVITA’)

    non date i vostri soldi per pannelli solari.

    Con centomila euro guadagnerste massimo cinquemila euro all’anno, e il silicio è tutto della SHELL, riempireste di soldi la SHELL senza guadagnare niente.

    La soluzione è la biomassa.

    il perimetro del vostro condominio, giardino o della vostra azienda

    un filare a bordo campo

    un terreno incolto vicino alla ferrovia

    il piazzale di un supermarket

    OVUNQUE POTETE PIANTARE ALBERI A COSTO QUASI ZERO (SEMI O TALEE AUTOPRODOTTE) CON IL PERMESSO DEL SINDACO O DEI PADRONI DEI TERRENI ED OTTENERE IN 6-7 ANNI GUADAGNI DA CAPOGIRO

    Dei nostri amici volevano aiutare delle persone che avevano conosciuto in Africa e che avevano bisogno di pozzi per l’acqua, frigoriferi, deumidificatori, medicine ed altre cose e si son fatti dare dal sindaco un terreno dietro al cimitero, un bordo strada sterrato in campagna e il piazzale di un’azienda composto da posteggio e magazzino più il perimetro.

    Inoltre ognuno ha piantato nel suo giardino o nel suo condominio o in quello di amici un’altra decina o più di pioppi qui e là

    Dopo sette anni hanno raccolto oltre 4000 piante, avete letto bene, 4000 piante, ed hanno aiutato una comunità di oltre cento persone fornendo a tutti la tecnologia necessaria a fare un grande balzo in avanti.

    QUASI MEZZO MILIONE DI EURO IN BIOMASSA

    Potrebbe fare così chiunque, associazioni della croce rossa, dell’assistenza malati a domicilio, di soldiarietà internazionale di qualsiasi tipo.

    Anche gruppi di amici senza un euro che però devono accantonare i soldi per potersi un giorno comprare una casa, o una macchina, o mantenere le scuole dei figli, o comprarsi quando saranno pronti, veicoli ad idrogeno, elettrici o motorii di Schieetti per il fabbisogno domestico

    questo è l’anno della biomassa, ricordati.

    QUESTO E’ L’ANNO DELLA BIOMASSA.

  3. x ppaaoollaa, mettere ad 1 metro di distanza le piante significa soffocarle… 1 ogni 2 non si sviluppa (e se c’e’ un po’ di siccità ti muore pure…).

    ho anche dei dubbi sul guadagno… io, per scaldarmi d’inverno, la legna la pago 8 euro al quintale…

    Cmq carina l’idea di ri-imboscare zone non utilizzate/abbandonate… meno CO2 e più Ossigeno 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...